• Debutta TUTTOWINE, il nuovo concept dedicato al vino in collaborazione con UIV – Unione Italiana Vini, e si consolida Retail Plaza, l’appuntamento dedicato alla distribuzione moderna; TUTTOFOOD partner primario di Milano Food City 2019 con un proprio palinsesto di eventi
  • TUTTOFOOD si rafforza quale hub internazionale per l’incontro domanda-offerta con l’endorsement dello USDA, già oltre 1.100 le aziende italiane e internazionali registrate
  • Tecnologie innovative protagoniste con TUTTODIGITAL, il nuovo villaggio digitale dove start-up e aziende hi-tech possono presentare in modo mirato agli operatori del settore le soluzioni F&B
  • Focus sul digitale rafforzato dall’alleanza con Netcomm rinnovata fino al 2021 e panoramica sulle tecnologie completata da Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit in contemporanea nei padiglioni di fieramilano

Il 2018 sarà un anno record per il digital food in Italia. Per la prima volta verrà superata la soglia psicologica del miliardo di euro attestandosi a quota 1,1 miliardi, con un incremento del 34% in valore rispetto agli 849 milioni del 2017. Una crescita qualitativa che accomuna tanto l’eCommerce agroalimentare quanto il food delivery nel portare online le tendenze già all’opera nel retail fisico: dalla divaricazione tra primo prezzo e prodotti premium alla crescente attenzione per la tracciabilità, che trova nel digitale uno scenario di applicazione ideale.

Sono solo alcuni dei dati dell’ultimo Osservatorio B2C di Netcomm e Politecnico di Milano presentati oggi al Netcomm Focus Food: per TUTTOFOOD l’evento, di cui la manifestazione è partner, rappresenta anche un’opportunità di presentare il work in progress verso la prossima edizione – a fieramilano dal 6 al 9 maggio 2019 – come percorso che va ormai ben oltre il momento espositivo per accompagnare tutto l’anno gli operatori verso la generazione di business.

Debutta il vino, cresce il retail Grande novità di TUTTOFOOD 2019 sarà TUTTOWINE, una formula originale e innovativa che presenta in un’area dedicata organizzata in partnership con UIV – Unione Italiana Vini le opportunità di business specifiche del comparto ai target professionali italiani e internazionali, nel contesto più ampio di una manifestazione che fa della compresenza dei diversi settori del food & beverage una delle sue principali carte vincenti.

Crescita e rafforzamento anche per la rinnovata Retail Plaza. L’arena del retail innovativo si ripropone in una formula più articolata, che dà voce al mercato espositivo insieme a quello dei retailer, sia italiani sia internazionali, con il data partner Nielsen, e i vari partner della GDO che si sono succeduti fino ad oggi come Amazon, Carrefour, Gruppo Végé, Eataly, Easy Coop, Iper, Unes con Il Viaggiator Goloso, Metro. Declinato in workshop, convegni, eventi in-store e tavole rotonde il nuovo progetto 2018-2019 si rivolge anche ai consumatori oltre che alla comunità business grazie a uno storytelling che rende protagonista il trade in modo accattivante per un pubblico diversificato, anche tramite eventi di avvicinamento durante l’anno.

Un riconoscimento ufficiale dagli USA Nella prossima edizione, inoltre, la collettiva degli Stati Uniti USA Pavillion riceve per la prima volta l’endorsement ufficiale dello US Department of Agriculture (USDA). Rilasciato secondo severi requisiti nel creare opportunità di business, il riconoscimento è un’autorevole conferma del crescente ruolo di TUTTOFOOD quale hub internazionale grazie all’efficacia nel far incontrare domanda e offerta mirate e nell’anticipare scenari di mercato e tendenze di consumo. TUTTOFOOD diventa così la prima e a oggi unica manifestazione agroalimentare certificata USDA in Italia.

In tema di internazionalità, a sei mesi al taglio del nastro sono già oltre 1.100 le aziende già registrate, delle quali circa una su 12 proveniente dall’estero in rappresentanza di molti tra i Paesi più dinamici per l’interscambio agroalimentare, quali Austria, Belgio, Danimarca, Egitto, Francia, Germania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Iran Paesi Bassi, Perù, Portogallo, Regno Unito, Romania, Spagna, Svizzera, Taiwan, Turchia.

Saranno inoltre presenti espositori provenienti da Argentina, Brasile, Canada, Cina, Croazia, Ecuador, Giappone, India, Kosovo, Marocco, Messico, Polonia, Russia, Slovenia, Sri Lanka, Sud Corea, Tunisia, Vietnam e Stati Uniti. Nell’evento in contemporanea dedicato al fresco, Fruit Innovation, vedrà la partecipazione di aziende e collettive da Camerun, Canada, Cina, Francia, Germania e Spagna oltre che dall’Italia.

La digital transformation protagonista a TUTTOFOOD 2019 Riguardo ai contenuti, sempre più sotto i riflettori il ruolo centrale anche nel settore agroalimentare della trasformazione digitale, che l’anno prossimo potrà contare sull’area dedicata TUTTODIGITAL: posizionato nel contesto del padiglione 10, questo vero e proprio “villaggio digitale” sarà il palcoscenico ideale, in particolare per le start-up, per presentare le proposte tecnologiche food & beverage più innovative in termini di piattaforme e-commerce, app innovative e fornitura di servizi avanzati. Obiettivo di TUTTODIGITAL è offrire ai player digitali l’opportunità di farsi conoscere da un numero elevato di stakeholder del comparto italiani e internazionali, dalle aziende fino agli opinion leader e i media specializzati.

Fiera Milano e TUTTOFOOD hanno inoltre rinnovato fino al 2021 anche l’alleanza con il Consorzio Netcomm: in collaborazione con Digital Events, l’Innovazione tecnologica e social eating al servizio del business saranno i punti chiave dei prossimi FOCUS FOOD, in programma sempre a novembre, che riprenderanno e approfondiranno anche le tematiche dell’incontro di oggi.