Valfrutta Conserve Italia – Soc. Cop. Agricola

Valfrutta Conserve Italia – Soc. Cop. Agricola

Descrizione

La nostra storia comincia nel 1966 come progetto di valorizzazione sociale e culturale a sostegno dell’attività agricola: tre cooperative ortofrutticole emiliano-romagnole costituiscono CALPO, il consorzio Cooperative Associate Lavorazione Prodotti Ortofrutticoli,

E’ il 1972: nasce il logo Valfrutta e il consorzio si dota della struttura industriale per trasformare direttamente la frutta delle cooperative socie negli stabilimenti di Cotignola e Barbiano in provincia di Ravenna. Negli anni seguenti, poi, si sviluppa rapidamente sia come capacità produttiva che come gamma di prodotti, dando il benvenuto a nuove cooperative nella compagine sociale.

E’ il 1976: nasce Conserve Italia, polo commerciale nazionale per i prodotti della CALPO e di altre 14 cooperative italiane di trasformazione operanti nei settori della frutta, dei vegetali e del pomodoro. Tra il 1978 e il 1980 il progetto Conserve Italia diventa una realtà a tutti gli effetti, ponendo le basi per la sua crescita nazionale e internazionale.

La sede di Valfrutta viene spostata a Bologna, e mentre la compagine sociale accoglie progressivamente nuove cooperative, vengono introdotti degli standard comuni sulle metodologie di coltivazione, sugli impianti di produzione, sui sistemi di gestione e controllo qualità. E’ in questo periodo che assistiamo al lancio del brand ed alla costruzione dell’identità aziendale con ingenti investimenti pubblicitari sul marchio.

Nel 1987 viene creato il celebre payoff “La natura di prima mano”, per comunicare i valori cardine di Valfrutta di ieri e di oggi: naturalità, genuinità e tradizione.

E’ nel corso degli anni ’90 che prendono piede una serie di attività di riposizionamento coerente con il brand: le persone, le cooperative e gli stabilimenti Valfrutta insieme formano un complesso agricolo e industriale senza pari, in Italia e in Europa.

Dopo cinquant’anni, Valfrutta continua ad affermare la propria leadership offrendo prodotti di alta qualità e ad alto contenuto di servizio, sfruttando risorse energetiche interamente rinnovabili, e lanciando nuovi elementi sul mercato con contenuti di innovazione per tipologia, formato e packaging.

La sua base e i suoi valori fondanti rimangono invece immutati ancora oggi: il rispetto delle persone, della terra su cui lavoriamo e dei frutti che ogni giorno ci offre.
Crediamo nel felice incontro tra la passione umana e i mezzi della tecnologia: una filosofia che è frutto dell’unione tra la tradizione e la missione di una marca europea, al passo coi tempi.

In Valfrutta e dietro ogni succo, ogni passata di pomodoro e ogni frutto o verdura c’è un’intera filiera fatta di agricoltori, tecnici, stabilimenti, tecnologie, controlli e ricerche, perché nelle nostre case vogliamo portare solo il meglio della natura.

La qualità delle materie prime è assicurata non solo da un’attenta scelta delle varietà e delle migliori aree di coltivazione, ma anche dalle tecniche agronomiche utilizzate in campo, dalle modalità e tempi di raccolta che rispettano i ritmi naturali della terra.

Le nostre scelte da sempre sono mirate non solo ad assicurare la freschezza e la salubrità del prodotto finito, ma anche a mantenerne il più possibile inalterate le caratteristiche originali in termini di freschezza, di gusto e di contenuto in vitamine e sali minerali, che generano benessere e piacere al momento del consumo.

Le modalità di coltivazione e di raccolta, i processi di trasformazione e le fasi di confezionamento sono improntate su questi principi e sottostanno ad un rigoroso sistema di controlli che si basa sul lavoro di centinaia di agronomi, tecnici di laboratorio e ricercatori, ma soprattutto su migliaia di produttori agricoli che osservano rigidi disciplinari di produzione, in cui qualità dei prodotti e rispetto dell’ambiente sono valori inscindibili.

Passate, polpe, pelati, quando scegliete il pomodoro Valfrutta, scegliete sempre un pomodoro che viene dalle nostre coltivazioni: Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Veneto, Lazio, Umbria per passate e polpe, Puglia, Basilicata e Molise per i nostri pelati. Il nostro impegno quotidiano è garantire una filiera tutta italiana trasparente e di qualità, garantiscono i soci, garantisce Valfrutta.